LA SALA DELLA

VITTORIA

Questa sala celebra la vita e la bellezza del nostro pianeta, e il collegamento alla Sala della Terra con otto scalini disegna il segno dell’infinito.

In questa sala, situata nel punto più profondo dei Templi, un suggestivo cielo stellato riproduce le costellazioni presenti 22.000 anni fa, viste dalla stessa latitudine dei Templi, come collegamento al tempo in cui è fiorita la civiltà di Atlantide.

prenota una visita

Questa sala celebra la vita e la bellezza del nostro pianeta, e il collegamento alla Sala della Terra con otto scalini disegna il segno dell’infinito.

In questa sala, situata nel punto più profondo dei Templi, un suggestivo cielo stellato riproduce le costellazioni presenti 22.000 anni fa, viste dalla stessa latitudine dei Templi, come collegamento al tempo in cui è fiorita la civiltà di Atlantide.

L’accesso a questa sala straordinaria è reso ancor più suggestivo dal passaggio nel corridoio di nuda roccia che precede il suo ingresso, e che si snoda nel ventre della terra per molti metri.

Giunti all’interno della sala si è circondati da pitture murali, ispirate ai diversi paesaggi della terra, nei quali vivono in armonia animali, esseri umani, piante e cetacei, uniti a sottolineare l’importanza di ogni manifestazione di vita e dei cicli dell’esistenza.

Il tema della sala, la vittoria spirituale degli esseri umani e la loro illuminazione, è rappresentato dai volti dorati della donna e dell’uomo scolpiti nella colonna posta al centro della sala, a indicare che l’evoluzione spirituale passa dal rispetto per ogni forma di vita esistente sul pianeta. Il soffitto è un cielo notturno in cui si stagliano figure ispirate ai segni dello zodiaco, in cui migliaia di luci azzurre in fibra ottica ricreano le costellazioni di una notte d’estate di 22.000 anni fa, ad Atlantide. Sul pavimento i mosaici, raffiguranti le diverse età umane, sottolineano l’importanza del gioco nella nostra esistenza. Tutt’intorno, il lucido granito nero riflette le luci del soffitto, dando l’impressione di camminare sulle stelle.

Particolare della seconda sirena che, nell’allegoria della costellazione dei Pesci, vive nell’acqua dolce ed è circondata da piante e fiori tipici dei fiumi e dei laghi. Gli occhi aperti simboleggiano l’apertura al mondo. L’altra sirena, attorniata da animali e piante marine oceaniche, ha invece gli occhi chiusi, a simboleggiare l’introspezione.
Il volto dorato della donna scolpita nella colonna centrale indica la sua origine divina, che la rende tramite tra il cielo e la terra. I suoi capelli sono i tentacoli di creature marine. Altri simboli e animali, legati all’elemento acqua, sono presenti lungo il suo corpo. La tecnica di pittura utilizzata è resina acrilica con pigmenti naturali.

VISITA DI GRUPPO O ESPERIENZA PERSONALIZZATA:
SCOPRI I TEMPLI A MODO TUO.

CONTATTACI

VUOI PORTARE UN TUO GRUPPO?
CONDURRE PRATICHE SPIRITUALI NEI TEMPLI?

CONTATTACI

VUOI PORTARE UN TUO GRUPPO?
CONDURRE PRATICHE SPIRITUALI NEI TEMPLI?

CONTATTACI
Scopri l’Abaton

I NOSTRI VISITATORI DICONO

ESPLORA

LE ALTRE SALE

Rimani in contatto tramite la nostra newsletter!

Con l’iscrizione dichiaro di aver letto le informazioni sul trattamento dei dati personali.

    TEMPLI DELL’UMANITÀ

    DAMANHUR

    Via Pramarzo 3
    10080 Baldissero Canavese (TO)
    Italia

    contattaci