SCRITTURA, MEMORIA e FUTURO
La parola scritta si fa canto, ritmo, sequenza magica di gesti-danza, potere espresso in formule che le menti, modulando, sanno contenere e ripetere…
Falco Tarassaco

Le immagini di questo calendario sono una parte dei tracciati dipinti da Falco Tarassaco, fondatore e guida spirituale di Damanhur, nella Sala dell’Acqua, la biblioteca magica dei Templi dell’Umanità. Le scritte racchiudono simboli che risvegliano antiche conoscenze e memorie di ciò che può essere. Ci aiutano a ricordare la nostra natura divina e a intuire la direzione per manifestare il nostro potere di creazione.

In Il Mito delle Maschere di Zaffiro, un mito damanhuriano, il principe Psor si ritrova in un Tempio misterioso, dopo la caduta di Atlantide: “Psor osserva i serpenti e le strane figure disegnate alle pareti, ma non capisce più le lingue in cui sono scritte, né le formule poste tra le fauci dei serpenti, né gli altri segni magici…”

La Sala dell’Acqua, in un gioco di riflessi tra il passato e il futuro, è quello stesso Tempio e le scritture sulle pareti sono segni-traccia che coinvolgono la totalità dei sensi, traducibili in suoni e movimenti.
I segni e le scritte sono chiavi al nostro scrigno interiore: nel tempo, con costanza e applicazione, con arte, studio e presenza continuiamo a ricercarne i significati, sentendone l’effetto in noi.

Ci auguriamo che queste immagini aiutino anche te ad aprire il Libro delle tue Memorie e della consapevolezza della tua Missione, per creare insieme un futuro di evoluzione per tutta l’umanità.

DAMANHUR e I TEMPLI DELL’UMANITÀ
Fondata in una valle ai piedi delle Alpi piemontesi nel 1975,
Damanhur è una Federazione di comunità intenzionali e un movimento mondiale. È il seme di un nuovo mondo, positivo e armonico, fatto di sogni connessi, ideali condivisi e azioni consapevoli.
Scavati a mano nella roccia di una montagna, i Templi dell’Umanità sono una straordinaria opera d’arte, dedicata alla guarigione planetaria e al risveglio del potenziale divino in ogni essere umano.